28 Maggio 2017 DOMENICA DOPO L’ASCENSIONE VII di Pasqua At 1, 9a.12-14; Sal 132; 2Cor 4,1-6; Lc 24,13-35
© Created by Elena Albarello                          Per informazioni o comunicazioni contattare il

LETTERA A CONCLUSIONE DELLA VISITA PASTORALE

DEL CARD. ANGELO SCOLA

…continua  La comunità dei discepoli del Signore è il contesto in cui ciascuno riconosce che la sua vita è una grazia, una vocazione, una missione. Ogni proposta pastorale deve avere come obiettivo l’aiuto perché ciascuno trovi la sua vocazione e la viva nelle forme che lo Spirito suggerisce, quindi nella pluralità delle forme associative e dei percorsi personali. In particolare la pastorale giovanile deve essere scuola di preghiera e percorso vocazionale. La scelta dei diversi stati di vita deve essere accompagnato con sapienza e autorevolezza dagli adulti della comunità, così da favorire le decisioni definitive per la vita matrimoniale o le forme di speciale consacrazione. La comunità degli adulti infatti deve pensarsi come comunità educante. La comunità dei discepoli del Signore è presente nel contesto in cui vive come il sale della terra, la luce del mondo, il lievito che fa fermentare tutta la pasta. Nella complessità del nostro tempo coloro che condividono la mentalità e i sentimenti di Cristo hanno la responsabilità di testimoniare come la fede diventi cultura, proponga una vita buona, desiderabile per tutti, promettente per il futuro del paese e dell’Europa. Nella conversazione quotidiana, nell’uso saggio degli strumenti di comunicazione della comunità (stampa parrocchiale, buona stampa, specie Avvenire, Il Segno, centri culturali, sale della comunità, social, ecc) i discepoli del Signore condividono, argomentano, approfondiscono quella visione dell’uomo e della donna, del mondo e della vita che si ispira al Vangelo, che si lascia istruire dal magistero della Chiesa e dalla ricerca personale. Quanto al passo da compiere individuato durante le fasi precedenti della visita pastorale, è fatto proprio dal Cardinale Arcivescovo e raccomandato in questi termini: Nella prospettiva della costituzione della Comunità Pastorale tra le due parrocchie. Il passo necessario è quello di far crescere nella comunione la collaborazione (cfr Ef 4,1-16). Cristo è il protagonista e tutti sono chiamati a contribuire all’opera dello Spirito  per l’edificazione comune: chiamati ad essere discepoli, tutti diventano collaboratori, soggetti attivi e missionari per la diffusione del Vangelo. Il convergere attorno al Pastore deve dare vita a un cammino comune caratterizzato dalla carità vicendevole, accogliendo la varietà dei doni di ciascuno, ma resistendo alla tentazione di percorsi dispersivi. Vivendo secondo la carità cerchiamo di crescere in ogni cosa verso di Lui, che è il capo, Cristo, dal quale tutto il corpo , ben compaginato e connesso, mediante la collaborazione di ogni giuntura, secondo l’energia propria di ogni membro, riceve forza per crescere in modo da edificare se stesso nella carità. Ciascuno può apprezzare il contributo di tutti e rendersi conto che la comunione è la dimensione più profonda e vera della vita cristiana ed è la condizione per una missione coerente con lo stile e le intenzioni per cui Gesù ha pregato. Incarico il consiglio pastorale di riprendere e attuare le indicazioni di questa lettera e di verificarne puntualmente l’attuazione con scadenza annuale [nella prima settimana di quaresima degli anni a venire]. Accompagno il cammino di tutti con ogni benedizione e invoco ogni grazia per intercessione dei santi Ambrogio e Carlo, dei santi patroni della parrocchia/comunità pastorale. Il Vicario Generale Mons. Mario Delpini

Benvenuto

Home Informatore Caritas parrocchiale PGS Cuoricino Blog di Don Maurilio Il Santuario Storia Archivio Cuoricino in festa
Parrocchia Natività di Maria Vergine Cardano al Campo - Cuoricino
I Santi del mese che sono modelli nella fede ed amici che intercedono per noi: per conoscere i santi, nostri modelli nella fede.
Parrocchia NativitÓ  di Maria Vergine
Via Verdi, 20 CUORICINO (Cardano al Campo) Tel. 0331262071 Cell. Don Maurilio 3386866315 E-mail. CARITAS Tel. 0331264640
Orario S. Messe Parrocchia:
Martedì, Giovedì, Sabato e prefestivi ore 18.00 Domenica ore 9.00-11.00 Santuario:   Lunedì, Mercoledì e Venerdì ore 8.30 Le Messe del mattino (lunedì, mercoledì e venerdì) saranno celebrate, in questo mese mariano, nel nostro santuario.
Sito Ufficiale Santa Sede Chiesa Cattolica Italiana Chiesa di Milano Parrocchie.it Caritas Ambrosiana PGS Cuoricino Parrocchia di Sant'Anastasio

Link utili:

Home
28 Maggio 2017 DOMENICA DOPO L’ASCENSIONE VII di Pasqua At 1, 9a.12-14; Sal 132; 2Cor 4,1-6; Lc 24,13-35
© Created by Elena Albarello  Per informazioni o comunicazioni contattare il

Benvenuto

Site Menu
Parrocchia Natività di Maria Vergine Cardano al Campo - Cuoricino
Parrocchia NativitÓ  di Maria Vergine
Via Verdi, 20 CUORICINO (Cardano al Campo) Tel. 0331262071 Cell. Don Maurilio 3386866315 E-mail. CARITAS Tel. 0331264640
Orario S. Messe Parrocchia:
Martedì, Giovedì, Sabato e prefestivi ore 18.00 Domenica ore 9.00-11.00 Santuario:   Lunedì, Mercoledì e Venerdì ore 8.30 Le Messe del mattino (lunedì, mercoledì e venerdì) saranno celebrate, in questo mese mariano, nel nostro santuario.

LETTERA A CONCLUSIONE

DELLA VISITA PASTORALE DEL

CARD. ANGELO SCOLA

…continua  La comunità dei discepoli del Signore è il contesto in cui ciascuno riconosce che la sua vita è una grazia, una vocazione, una missione. Ogni proposta pastorale deve avere come obiettivo l’aiuto perché ciascuno trovi la sua vocazione e la viva nelle forme che lo Spirito suggerisce, quindi nella pluralità delle forme associative e dei percorsi personali. In particolare la pastorale giovanile deve essere scuola di preghiera e percorso vocazionale. La scelta dei diversi stati di vita deve essere accompagnato con sapienza e autorevolezza dagli adulti della comunità, così da favorire le decisioni definitive per la vita matrimoniale o le forme di speciale consacrazione. La comunità degli adulti infatti deve pensarsi come comunità educante. La comunità dei discepoli del Signore è presente nel contesto in cui vive come il sale della terra, la luce del mondo, il lievito che fa fermentare tutta la pasta. Nella complessità del nostro tempo coloro che condividono la mentalità e i sentimenti di Cristo hanno la responsabilità di testimoniare come la fede diventi cultura, proponga una vita buona, desiderabile per tutti, promettente per il futuro del paese e dell’Europa. Nella conversazione quotidiana, nell’uso saggio degli strumenti di comunicazione della comunità (stampa parrocchiale, buona stampa, specie Avvenire, Il Segno, centri culturali, sale della comunità, social, ecc) i discepoli del Signore condividono, argomentano, approfondiscono quella visione dell’uomo e della donna, del mondo e della vita che si ispira al Vangelo, che si lascia istruire dal magistero della Chiesa e dalla ricerca personale. Quanto al passo da compiere individuato durante le fasi precedenti della visita pastorale, è fatto proprio dal Cardinale Arcivescovo e raccomandato in questi termini: Nella prospettiva della costituzione della Comunità Pastorale tra le due parrocchie. Il passo necessario è quello di far crescere nella comunione la collaborazione (cfr Ef 4,1-16). Cristo è il protagonista e tutti sono chiamati a contribuire all’opera dello Spirito  per l’edificazione comune: chiamati ad essere discepoli, tutti diventano collaboratori, soggetti attivi e missionari per la diffusione del Vangelo. Il convergere attorno al Pastore deve dare vita a un cammino comune caratterizzato dalla carità vicendevole, accogliendo la varietà dei doni di ciascuno, ma resistendo alla tentazione di percorsi dispersivi. Vivendo secondo la carità cerchiamo di crescere in ogni cosa verso di Lui, che è il capo, Cristo, dal quale tutto il corpo , ben compaginato e connesso, mediante la collaborazione di ogni giuntura, secondo l’energia propria di ogni membro, riceve forza per crescere in modo da edificare se stesso nella carità. Ciascuno può apprezzare il contributo di tutti e rendersi conto che la comunione è la dimensione più profonda e vera della vita cristiana ed è la condizione per una missione coerente con lo stile e le intenzioni per cui Gesù ha pregato. Incarico il consiglio pastorale di riprendere e attuare le indicazioni di questa lettera e di verificarne puntualmente l’attuazione con scadenza annuale [nella prima settimana di quaresima degli anni a venire]. Accompagno il cammino di tutti con ogni benedizione e invoco ogni grazia per intercessione dei santi Ambrogio e Carlo, dei santi patroni della parrocchia/comunità pastorale. Il Vicario Generale Mons. Mario Delpini
I Santi del mese che sono modelli nella fede ed amici che intercedono per noi: per conoscere i santi, nostri modelli nella fede.
Sito Ufficiale Santa Sede Chiesa Cattolica Italiana Chiesa di Milano Parrocchie.it Caritas Ambrosiana PGS Cuoricino Parrocchia di Sant'Anastasio

Link utili: